Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare questo sito web, se vuoi saperne di più clicca su più informazioni

Guide e tutorial pratici per joomla e le sue estensioni
Guide e tutorial pratici per joomla e le sue estensioni

Una delle questioni più dibattute durante la fase di realizzazione di un sito fatto con joomla è quella della scelta del suo template. Quale template useremo, con quale stile, con quale grafica? Ne acquisteremo uno pronto per l'utilizzo oppure ne useremo uno dei tanti gratuiti? Ci converrà usare una versione quickstart o saremo noi capaci di fargli prendere la forma con cui lo abbiamo visto nella demo? Saremo in grado di modificarlo per raggiungere le aspettative del cliente?

La questione sembra semplice e darsi una risposta lo potrebbe sembrare ancora di più, ma amici cari non lo è davvero e molti di voi hanno intrapreso strade tortuose ed incontrollabili, mettendosi in imbarazzo con il cliente e facendo lievitare i costi di realizzazione e di mantenimento.

Vediamo quali sono i pro e i contro: conviene più acquistare un template già funzionante e fare qualche modifica, farsene uno completamente personalizzato magari partendo da un template esistente o usarne uno gratuito modificandolo all'occorrenza?

Joomla è una grande CMS che viene usato sia da professionisti che da niubbi, sia da chi è esperto in comunicazione ma non conosce una riga di codice, sia da chi è uno sviluppatore con i controfiocchi che però non ha nessun gusto in fatto di grafica e design, infine viene utilizzato da tantissimi design che hanno molto gusto ma che di codici e di web in genere ne sanno davvero poco.

Quindi abbiamo un vasto bacino di utenti che ha bisogno di un template per il proprio sito:

  • il nubbio che per passione e diletto si diverte a realizzare siti per se e per i suoi amici, sceglierà uno dei tantissimi template gratuiti che si possono trovare nei siti dei produttori oppure in alcune directory come joomla24.com , magari optando per le versioni quickstart, ovvero quei pacchetti che contengono joomla ed il template perfettamente configurato, permettendogli quindi di avere subito dopo l'installazione un sito tale e quale a quello visto nella demo (qui voglio ricordare che un pacchetto quickstart non si installa dentro joomla, ma è joomla da installare con il template già configurato).
  • l'esperto in comunicazione probabilmente scegliera un template commerciale basandosi su una grafica accattivante che si sposa bene con i contenuti del sito che sta sviluppando, con il vantaggio che non conoscendo una sola virgola di html e di css riesce a fare tutto semplicemente accendendo o spegnendo le decine di impostazioni che questi template hanno.
  • lo sviluppatore dal canto suo potrebbe svilupparsi in completa autonomia il template, salvo poi constatare che graficamente ha creato una ciofega così brutta che probabilmente lo indurrà a ripiegare su un template commerciale.
  • il design, in genere un grafico che per dare un servizio a tuttotondo ai propri clienti si è messo a realizzare siti, affidandosi ad una delle più apprezzate piattaforme quale un CMS come Joomla. Il gusto e le idee sicuramente non gli mancano e anche se tecnicamente non è in grado di costruire un form, realizzerà sicuramente lavori dall'aspetto armonico usando colori e forme che si sposano con le ultime tendenze e mode del web.

Ora questi quattro casi sono solamente un esempio nel panorama degli utilizzatori di joomla, e naturalmente le caratteristiche di questi potrebbero fondersi fra loro crerando altrettanti livelli di conoscenza e di professionalità come quei "webmaster" che hanno buone attitudini alla costruzione visiva e quindi capacità creative che si vanno a sommare ad una buona conoscenza di html e css e un infarinata di php, rendendo questi autonomi in tutte le fasi dello sviluppo di un sito.

Parlando con i miei colleghi e rivolgendo la classica domanda: "Ma tu i template per joomla li compri, li crei a partire da una base (un template esistente), oppure li crei di sana pianta". Le risposte sono molto variegate e vengono fuori altri aspetti che ne aumentano le variabili.

Ad esempio un paio di aspetti che si "fondono" è quello economico e del gusto del cliente:

Se il cliente ha le idee chiare, ha visto qualche template, ed è disposto ad accettare che il suo sito sia simile a quello di altri, la soluzione di acquistare un template porta con se inevitabilmente un grosso risparmio di tempo. Se consideriamo che mediamente un template costa fra i 30 ei 100 euro, possiamo dire che in termini di tempo abbiamo risparmiato tra un ora e 3-barra-4 ore, ma se poi dopo averlo acquistato dobbiamo/vogliamo personalizzarlo per adeguarlo al progetto, investendo altre 2/4 ore o più, secondo il progetto, quanto vale la candela acquistarlo considerando che probabilmente in futuro oltre il periodo di sottoscrizione vi saranno aggiornamenti da acquistare?

Io recentemente per aiutare un amico ho messo mano ad un template di yootheme che gira sotto il loro framework Warp: per cambiare alcuni piccoli aspetti visivi (piccole cose) ho impiegato 3 ore per scovare classi da riutilizzare, trovarmi e leggermi quelle poche istruzioni che rilasciano gli sviluppatori! Una vera perdita di tempo e di denaro solo per effettuare piccole modifiche.

Se ci pensate bene, nella stragrande maggioranza dei template (di qualsiasi cms o puro html), gli schemi, le posizioni sono sempre gli stessi, come gli appartamenti di un grande palazzo di 6 piani, i 5 piani sopra il primo si ricalcano pari pari, ma a farne la differenza fra questi appartamenti sarà il gusto di chi avrà saputo arredarli: mentre un piano avra una connotazione moderna, un altro ne avrà una classica rendendo questi 2 appartamenti completamente diversi.

La stessa cosa si riflette sui siti; a parità di posizioni ciò che fa la reale differenza è l'utilizzo di un certo font di una serie di colori e di certe immagini che ne esprimono il carattere e non è certo il template che gira su gantry dove è possibile cambiare colore al volo o carattere al solo click di mouse.

In altre professioni dove la sperimentazione e la creatività sono in primo piano come la costruzione di un sito web, osservo che si parte sempre da una base dove si apllicheranno delle varianti. Quindi perchè non muoverci alla stessa maniera?

Se usassimo una base di template dove intervenire con le nostre forme e colori, non avremmo via via nel tempo acquisito quella familiarità che ci consentirebbe di fare qualsiasi modifica in breve tempo? Non sarebbe più vantaggioso che mettersi a studiare ogni volta il template di turno?

Il nubbio, l'esperto in comunicazione e il design forse mi risponderebbero che non conoscono html, css e ne tantomeno php. Ma forse potrebbe valere la candela l'investimento di poche ore di studio per diventare esperti costruttori di template. D'altro canto imparato questo il resto lo fa joomla!!

Per quanto concerne lo sviluppatore invece, essendo un tipo narcisista vuole sempre inserire funzioni particolari che nessun template ha, così quest'ultimo forse si ispira a forme e colori già sperimentati che si piegano bene ai voleri delle loro stringhe.

Per quanto riguarda me, io sono riuscito a trovare il mio equilibrio utilizzando un template di base che ha molte posizioni e utilizza bootstrap. Questo template essendo completamente bianco mi consente di aggiungere attraverso la semplicità dei css quelle immagini o quegli stili concordati con il cliente. Anche aggiungere un effetto parallax non è difficile, inserendo quel poco di codice occorrente nel file index del template. Nessuna difficoltà anche per inserire slider, sia a schermo intero che in testata. Avendo oramai memorizzato lo schema del template e le classi utilizzate, produrre un template di qualità risulta davvero veloce ed in linea con i prezzi citati sopra, esonerandomi da costosi ed avvolte pericolosi aggiornamenti di framework come gantry, T3, Warp, UIkit e chi più ne ha più ne metta!

Aggiungo anche che essendo un creativo, la costruzione o la realizzazione del template rimane un momento molto appagante del percorso costruttivo del sito.

Il template di base che utilizzo è basato su questo template free realizzato da ordasoft, un template che usa le classi di bootstrap e font awesome per le icone. Le modifiche che ho apportato riguardano l'eliminazione di tutti quesgli stili inseribili da backend come il tipo di font, il colore delle intestazioni, la sottolinatura ed il colore dei link. Altre modifiche da inserire secondo i casi, sono l'inserimento del nome del sito ed uno slogan, di default il template userebbe solo un logo da inserire che viene linkato alla home page. Penso comunque che per maggiori dettagli dovrò scrivere un ulteriore articolo di approfondimento.

Rimane da dipanare la questione se potrebbe convenire realizzare un template completo da zero, magari usando uno di quei software commerciali per la loro costruzione come artister o come templatetoaster .

I due software indubbiamente sono le strade più veloci per la costruzione di un template in propria autonomia senza conoscere nessun linguaggio, in pochi minuti hai un template belle e pronto e la qualità visiva di esso dipende solo dal tuo buon gusto, quello che però dobbiamo sapere su questi programmi a pagamento, è che sovrascrivono in modo aggressivo le classi css, rendendo la vista di alcune estensioni inguardabili.

Quindi anche qui sorgono alcuni compromessi di tipo pratico, che senso ha spendere fino a 200 euro se poi devo mettere le mani nel codice per aggiustare ed armonizzare il tutto?

A questo punto credo di poter affermare che l'investimento di poche ore per conoscere html, css ed una infarinata di php è la soluzione migliore da adottare, ci consentirà di avere nel tempo quelle conoscenze che faranno di noi un professionista preparato o di un appassionato che volendo potrà affacciarsi al mondo del lavoro possedendo qualità oggi molto ricercate.

In rete è possibile trovare molti corsi di html, CSS e PHP, ed io voglio consigliarvi i link sottostanti in quanto sono corsi realizzati davvero bene e contenenti molti esempi. I primi 3 link sono corsi che si possono seguire senza avere nessuna base, mentre i link successivi sono delle videolezioni su youtube del professor F. Camuso, docente di istituto superiore; quest'ultimi li consiglio a chi ha una leggera infarinatura delle materie.

Consiglio in oltre di seguire i corsi con questo ordine HTML>>CSS>>PHP

Se questo articolo ti è piaciuto puoi offrirmi un caffè cliccando nel pulsante sottostante, oppure cliccando su uno dei banner pubblicitari.

offrimi un caffè

Aggiungi commento

Attenzione, per risposte ai commenti non cliccare su reply nella email che riceverete perchè nessuno la leggerà. per continuare a commentare usate solo il form sottostante.


Codice di sicurezza
Aggiorna